LABORATORI DIDATTICI

  • La produzione musicale di oggi viene realizzata attraverso lo studio di registrazione virtuale. Anche quando si utilizzano strumenti reali, non si può fare a meno di un computer per registrare, mixare, modificare e ascoltare la musica che abbiamo composto. 

    Steinberg è uno dei marchi con maggiore esperienza nel settore della produzione musicale su computer e il suo software Cubase è quello che conta il maggior numero di utilizzatori al mondo. Si tratta di un programma realizzato in varie versioni per adattarsi alle diverse esigenze musicali, da quelle amatoriali a quelle professionali. La sua versione entry level è un ottimo strumento per fare il primo ingresso nel mondo della produzione digitale, grazie anche ai numerosi strumenti musicali ed effetti virtuali di cui dispone. 

  • Ad accompagnare i visitatori interessati agli strumenti Schagerl Drums sarà presente anche il batterista Giorgio Zanier (Pitura Freska, Rettore, Patty Pravo).

    Le radici della batteria acustica come la conosciamo oggi risalgono alle prime marching band nordamericane della prima metà del XIX secolo. In quel periodo i rullanti venivano costruiti con il fusto in metallo, in modo che il suono fosse ben udibile da tutti gli altri musicisti, che potevano così andare a tempo. Da allora, diversi costruttori si sono cimentati nella produzione di tamburi in metallo, non solo rullanti, cercando di trovare il giusto equilibrio tra ricchezza armonica e controllo della dinamica, affinché lo strumento potesse essere utilizzato all'interno delle formazioni musicali moderne. L'ottone, si sa, rende il timbro dello strumento ricco di armoniche sulle alte frequenze e la dimensione del fusto serve a riequilibrare il tutto rendendo il suono dei tamburi armonicamente più ricco e controllato in volume sonoro.

  • AUDITORIUM TESTORI 16 Maggio alle ore 11.30 

    Tra gli artisti italiani che animeranno il FIM, Salone della Formazione e dell'Innovazione Musicale di Milano, c'è anche Cesareo, chitarrista di Elio e Le Storie Tese, da qualche anno impegnato sul fronte della didattica legata al mondo della chitarra elettrica.
    Dopo aver partecipato all'edizione dello scorso anno accanto alla scuola Mondomusica di Milano, con cui Cesareo collabora da un po' di tempo, quest'anno rivedremo il versatile e preparatissimo chitarrista degli EELST a fianco di Bespeco, autorevole esponente del Made In Italy nell'ambito degli accessori per strumenti musicali. Grazie a questa collaborazione, Cesareo sarà presente al FIM il giorno 16 maggio con il seminario intitolato: "L’importanza di essere un cavo, la scelta del giusto accessorio nel proprio set strumentale".

  • Realtà virtuale e aumentata rappresentano lo stato dell'arte della ricerca nel campo dell'audio perché l'esperienza immersiva dell'ascoltatore è uno degli sviluppi più interessanti nell'ambito della riproduzione sonora.

    Perfettamente in linea con questa visione del futuro (che è già presente) è la partecipazione di CESMA (Centro Europeo per gli Studi in Musica e Acustica) al FIM, che si terrà in Piazza Delle Città di Lombardia a Milano nei giorni 16 e 17 maggio 2019.

  • Al FIM, Salone della Formazione e dell'Innovazione Musicale, che si terrà in Piazza Città di Lombardia a Milano nei giorni 16 e 17 maggio 2019, verranno presentate un gran numero di proposte che guardano al futuro della professione in ambito musicale.

    Parlando di servizi per il musicista, per esempio, negli ultimi anni sono nate nuove compagnie assicurative specializzate nella copertura degli strumenti musicali. Una delle più innovative è Insurance4music, compagnia che offre l’opportunità di assicurare il proprio strumento musicale in mobilità a qualsiasi ora del giorno, utilizzando tutte le ultime tecnologie in campo tecnologico e digitale.

  • AUDITORIUM TESTORI 16 Maggio alle ore 9.30 

    Non è la prima volta che Christian Meyer (EELST) si dà in pasto ai giovani studenti di musica affamati di sapere. Le incursioni di uno dei più preparati e versatili batteristi italiani all'interno delle aule scolastiche avevano previsto anche una sua breve ma intensa apparizione al FIM dello scorso anno. In quell'occasione, Christian Meyer aveva raccontato a una cinquantina di ragazzi delle scuole medie qualcosa sulle radici della musica, la stessa di cui i ragazzi oggi si nutrono spesso inconsapevolmente. E lo aveva fatto suonando e facendo suonare gli stessi ragazzi.

  • Al FIM la storia della fisarmonica dall’Accordion di Leonardo da Vinci alla musica rinascimentale.

    Leonardo da Vinci anticipa di 300 anni la nascita della fisarmonica. Nel 1500 Leonardo disegna il suo organo portativo con tastiera verticale a mantice. Un’intuizione che porterà altri fino ai nostri giorni a sperimentare e filosofare sul processo di creazione del suono.

  • Generare e controllare il suono attraverso il proprio corpo.

    Nel corso della passata edizione del FIM, lo spazio allestito dal LIM - Laboratori di Informatica dell'Università Statale di Milano è stato uno dei più affollati e non è difficile comprenderne il motivo: il team del Direttore Goffredo Haus ha deciso di organizzare il proprio laboratorio coinvolgendo i ragazzi in esperienze sonore attive di alto contenuto tecnologico. Anche per l'edizione del FIM, che si terrà anche quest'anno in Piazza Delle Città di Lombardia a Milano nei giorni 16 e 17 maggio 2019, la tematica generale sarà l’esplorazione delle possibilità offerte dalla tecnologia per generare e controllare il suono attraverso il proprio corpo. Verrà mostrato un prototipo di strumento musicale controllato attraverso "eye tracking" ed altri dimostrativi incentrati su ulteriori forme di interazione corporea.

  • Quando parliamo di nuove tecnologie, la nostra mente va quasi sempre a prodotti che hanno cambiato la nostra vita.

    Un esempio su tutti? I computer, gli smartphone e i tablet del marchio della mela morsicata... Ebbene, anche nella musica elettronica ci sono marchi che hanno prodotto pietre miliari dell'evoluzione tecnologica in questo settore. Uno di questi è il giapponese Roland. I suoi primi sintetizzatori MIDI, le batterie elettroniche e le bass machine, gli effetti a pedale fino alle loopstation, i pianoforti digitali e le fisarmoniche in tecnologica physical modeling (sintesi a modelli fisici) sono tutti strumenti Roland che identificano precisi step evolutivi nell'ambito della musica elettronica. Un marchio con una storia del genere alle spalle ha le carte in regola per proporre un laboratorio interessante per gli studenti delle scuole medie e superiori che visiteranno il FIM, Salone della Formazione e dell'Innovazione Musicale che si terrà in Piazza Delle Città di Lombardia a Milano nei giorni 16 e 17 maggio 2019.
    Claudio Marini, Piano Product Sales Specialist di Roland Europe racconterà ai ragazzi come è possibile sfruttare l'interazione tra i pianoforti digitali Roland e le App anche di altri produttori per facilitare e rendere più stimolante lo studio della musica e dello strumento. Appuntamento con Roland alle ore 11.00 del giorno 16 maggio 2019 nell'auditorium FIM Theater.

    I 2.600 ragazzi provenienti da scuole medie e superiori italiane parteciperanno a una ventina di altri laboratori offerti dai prestigiosi partner istituzionali e privati del FIM, il cui programma completo è ancora in via di definizione.

  • Virgilio è ballabile è il titolo di un intelligente spettacolo di teatro e musica proposto agli studenti partecipanti a FIM Educational 2019.

    Lo spettacolo nasce dalle canzoni di un vecchio LP cantato da Giorgio Gaber, Virgilio Savona del Quartetto Cetra ha tradotto fedelmente Orazio, Giovenale, Properzio, Ovidio, Marco Aurelio ed altri autori e ha messo i loro testi in musica. Ma la lingua latina si può cantare anche in originale ed è stata fonte di ispirazione per musicisti di ogni tempo, apre lo spettacolo Rosa di Jacques Brel, e lo chiude la canzone che gli dà il titolo: Virgilio è ballabile, di Franz di Cioccio, leader della Pfm.

  • Anche quest'anno, presso lo stand del Politecnico di Milano allestito in occasione del FIM, che si terrà in Piazza Delle Città di Lombardia a Milano nei giorni 16 e 17 maggio 2019, sarà possibile vivere esperienze coinvolgenti di fisica acustica.

    Come vibrano la pelle di un tamburo o la cassa di una chitarra quando producono un suono? Lo potremo capire osservando il comportamento della Piastra di Chladni, con l'aiuto di un altoparlante e un po’ di sabbia. 


FIM Salone della Formazione e Innovazione Musicale 2019
Back To Top